Che cos’è la violenza psicologica e perché è necessario chiedere aiuto

«È lo zoccolo duro della violenza di genere: manipola la donna, le impedisce di prendere delle decisioni autonome e la fa sentire in colpa». Due esperte ci spiegano i campanelli d’allarme, come riconoscerla e come chiedere aiuto.

C. ha 35 anni e fa l’avvocato. Ha un compagno con cui divide l’appartamento. Stanno insieme da anni. Ha pochi svaghi. Qualche volta esce a cena con le amiche. Alcune sfumature nel comportamento e nei discorsi del suo partner le hanno fatto capire che no, lui non ama che lei esca con loro. L’ha capito perché, al suo rientro, spesso, si scatena una discussione per futili motivi. A volte, nemmeno riferita direttamente a quell’episodio. Per giorni si mostra scontroso con lei. Qualche volta litigano e la insulta. Ha scatti d’ira ma non l’hai mai sfiorata. È indotta a pensare che lui faccia così perché la vuole tutta per sé. Le amiche la richiamano per uscire. Lei non sa se accettare: da una parte c’è il piacere di rivederle, dall’altra il dispiacere nel fare soffrire lui e il timore delle ripercussioni sul loro rapporto. C. trova una scusa e rinuncia. C., poco alla volta, tende a uniformarsi ai comportamenti che lui desidera che lei abbia.

CHE COS’È LA VIOLENZA PSICOLOGICA? Continua a leggere…