Chi è e cosa fa l’Assistente di Infanzia?

Infanzia

L’infanzia è uno dei periodi più importanti della vita di un individuo. Seppure venga spesso associata alla spensieratezza e alla felicità sconfinata, rappresenta, un momento delicato ed unico nella vita dell’individuo.

Proprio in questa fase infatti, si generano la maggior parte delle condizioni che determineranno la formazione e lo sviluppo futuro. Anche per i genitori non è affatto facile questo periodo di vita dei loro bambini; essi sono chiamati a grandi responsabilità, un forte dispendio energetico ed infinita pazienza. Spesso le famiglie ricorrono all’ausilio di persone che li affiancano nella cura e nella crescita dei loro figli. Risulta perciò fondamentale ricorrere ad un personale altamente qualificato, motivato e competente. Allo stesso modo, per chi decide di intraprendere una professione inerente l’infanzia, appare necessario ampliare il proprio bagaglio di conoscenze e competenze, tali da rendere ricco e stimolante l’accompagnamento verso il “viaggio” della crescita.

Chi è l’Assistente di Infanzia?

L’assistente di infanzia è un operatore socio-educativo che si occupa di minori e principalmente di animazione, alimentazione, assistenza e vigilanza, nella prima e seconda infanzia. L’assistente di infanzia, accompagna i bambini nel loro sviluppo cognitivo, affettivo e sociale.

E’ un promotore attivo di iniziative finalizzate alla socializzazione, allo sviluppo delle capacità creative e ai percorsi di autonomia.

Cosa fa? (saper fare, saper essere, saper divenire)

L’assistente d’infanzia è dedito alla cura, alla sorveglianza, all’assistenza dei bambini nei servizi in cui presta il proprio operato; promuove lo sviluppo pedagogico, psicologico e fisico dei bambini; si occupa di prevenzione sanitaria ed aiuto per una sana alimentazione; collabora insieme all’équipe al benessere dell’infante e del bambino. Per poter acquisire tutte le competenze teoriche e pratiche necessarie, egli deve formarsi attraverso uno specifico Corso di formazione.

Cosa non fa?

Egli non è un insegnante di scuola dell’infanzia né tantomeno si sostituisce all’educatore.

Dove lavora?

L’Operatore di Infanzia trova occupazione in diversi contesti, sia pubblici che privati, quali: asili nido, scuole d’infanzia, centri ricreativi e aggregativi, centri estivi, baby parking, ludoteche, comunità educative residenziali e semi-residenziali, centri diurni per minori.

Breve intervista ad un’Assistente d’Infanzia

“Sono Elena, ho 32 anni e sono un’Assistente d’Infanzia. Sono madre di una splendida bimba di 9 anni e ciò mi ha reso difficile terminare gli studi di Ostetricia come avevo sempre sognato. Ho sempre amato i bambini ed il loro mondo. Così un po’ per caso e piena di diffidenza mi sono iscritta al Corso di Assistente d’Infanzia. E’ stato un percorso meraviglioso che mi ha insegnato tanto. Inoltre devo ringraziare la mia determinazione e forse anche un po’ la fortuna (Sorride, ndr) perché al termine del corso, ho svolto il tirocinio all’interno di un asilo nido in città, nel periodo in cui una maestra si è assentata per maternità. Ciò mi ha dato l’opportunità di restare più a lungo all’interno della struttura, di farmi conoscere sempre più e diventare una figura necessaria per le insegnanti e i bambini. Oggi sono tanto soddisfatta del mio lavoro”.

Vedi anche: Nel mondo del bambino: educare attraverso il gioco