Corsi di formazione
Corso

Corso Online: Elementi base di Farmacologia e Psicofarmacologia per Psicologi

Obiettivi

Il Corso intende approfondire, per la strutturazione di un ottimale intervento psicologico, i principali aspetti legati all’utilizzo e agli effetti degli psicofarmaci.
Nella pratica clinica lo psicologo si trova a dover fronteggiare diverse situazioni: collaborazioni con strutture che si occupano di pazienti psichiatrici/istituzionalizzati o casi nei quali il paziente è al contempo sottoposto a un trattamento farmacologico.
Conoscere i principi e i meccanismi di base attraverso i quali gli psicofarmaci agiscono e sortiscono specifici effetti si rivela di capitale importanza.
L’acquisizione di nozioni sulle modalità d’azione di determinate classi di farmaci, facendo luce sugli esiti e/o effetti collaterali legati al loro utilizzo, può aiutare il clinico nell’intervento e nell’eventuale trattamento terapeutico. Ciò consente al professionista di adottare un approccio flessibile, con la possibilità di gestire l’intero percorso psicologico in modo dinamico e funzionale.
Per un intervento efficace è buona prassi la capacità di esaminare in toto le possibili variabili che sottendono la manifestazione dei disturbi psicologici e/o il mantenimento di una data sintomatologia; esattamente per questo motivo, lo psicologo non può esimersi da una conoscenza dettagliata degli aspetti farmacologici, la quale rende il professionista più consapevole e competente nel proprio agire.
Giacché lo psicologo lavora tipicamente in contesti nei quali è indispensabile la presenza la collaborazione con altre figure professionali (medici, psichiatri, neurologi, infermieri) il corso esamina anche l’importanza della costruzione di un approccio integrato tra psicologi/psicoterapeuti e le altre figure che si occupano di salute mentale, con l’obiettivo comune di strutturare interventi sempre più individualizzati e organizzati sui bisogni specifici della persona.

 

 L’obiettivo generale del Corso è fornire una base per la conoscenza dei principali meccanismi d’azione, delle modalità di utilizzo e degli effetti collaterali riguardanti le diverse classi di psicofarmaci utilizzati nel trattamento dei disturbi psicologici.

Il Corso chiarifica, per una buona pratica clinica, quali conoscenze è necessario che lo psicologo possegga in ambito psicofarmacologico. Nella richiesta di aiuto, infatti, avere un quadro più chiaro ed esaustivo su questi aspetti rappresenta una possibilità importante per una buona prassi clinica, per una migliore e più ampia capacità di far fronte ai bisogni specifici della persona. Le competenze che il professionista acquisirà consentiranno una più corretta e sicura gestione del paziente: dalle prime fasi, con la raccolta delle informazioni durante l’assessment, alla costruzione di una buona relazione d’aiuto. Tutti questi elementi sono essenziali per la costruzione di un piano di intervento altamente individualizzato.

Obiettivi specifici del corso:

  • Acquisizione delle informazioni di base sulla psicofarmacologia: meccanismi d’azione, modalità di utilizzo, effetti sul sistema nervoso e cognitivo
  • Conoscenza delle principali classi farmacologiche in uso nei disturbi psicologici
  • Classificazione dei farmaci utili nella gestione di patologie di interesse per lo psicologo clinico
  • Conoscenza degli effetti comportamentali, collaterali e indesiderati degli psicofarmaci capaci di inficiare l’intervento psicologico
  • Migliorare l’integrazione tra protocolli di intervento psicologico/psicoterapeutico e farmacologia per la gestione del paziente in ambito clinico e nella vita quotidiana
  • Migliorare le abilità di relazionarsi con le altre figure professionali che si occupano di salute mentale
  • Promozione e sviluppo di un approccio integrato e multidimensionale nella presa in carico e nel trattamento dei pazienti con disturbi psicologici
  • Ampliare le capacità valutative, di analisi e raccolta informazioni, durante la fase di assessment psicologico grazie ad una migliore comprensione degli aspetti legati alle terapie farmacologiche
  • Promuovere la costruzione di una solida alleanza terapeutica psicologo-paziente al fine di migliorare l’aderenza al trattamento farmacologico e promuovere un esito favorevole dell’intervento

Programma

Il corso si articola in 3 moduli così strutturati:

MODULO 1
Breve panoramica sulle nozioni di base e sugli aspetti essenziali legati alla farmacologia e alla psicofarmacologia. L’attenzione è posta, in particolare, sugli aspetti teorici legati al concetto di farmaco e ai campi di studio della farmacologia: dai settori bio-genetici e chimici ai settori di applicazione medico-clinici.

  1. La prima lezione approfondisce funzione e meccanismi d’azione dei farmaci che agiscono sul Sistema Nervoso Centrale (SNC) e il tipo di interazioni che sussistono tra un farmaco e l’organismo, oggetto di due settori delle scienze farmacologiche: la farmacodinamica e la farmacocinetica.
  2. La seconda lezione analizza nello specifico i principi di farmacodinamica, esaminando la natura e la relazione che sussiste tra un farmaco e un recettore. Gli psicofarmaci, infatti, interagiscono a livello del SNC, attraverso il legame e l’azione su specifici siti recettoriali.
  3. La terza lezione prevede una rispolverata dei principi di trasmissione sinaptica, fondamentale per comprendere in che modo le molecole farmacologiche interagiscono nei tessuti biologici. In particolare, ci si focalizzerà sulla chimica dei neurotrasmettitori e sulla comunicazione neuronale.
  4. La quarta lezione si concentra sui siti di azione farmacologica che rappresentano i diversi punti biochimici nei quali un dato farmaco può esercitare il suo lavoro. Infatti, la separazione dei neuroni in base all’utilizzo di alcune classi di neurotrasmettitori permette ai farmaci di esercitare i propri effetti in modo selettivo agendo, specificatamente, su un dato sito bersaglio e su specifici sistemi neuronali.
  5. La quinta lezione spiega i principi fondamentali di farmacocinetica, intesi come tutti quei processi che regolano l’assorbimento, la distribuzione, la trasformazione e l’eliminazione cui sono soggette le sostanze farmacologiche una volta assimilate dall’organismo. Questi principi sono alla base delle applicazioni pratiche del farmaco in farmacologia clinica.

MODULO 2

In questo modulo è proposta una schematizzazione delle principali classi psicofarmacologiche utilizzate nel trattamento dei diversi disturbi psicologici. Una simile classificazione è importante per avere un quadro semplice, chiaro e lineare che consenta di comprendere l’impiego, l’utilità, gli effetti collaterali e le eventuali limitazioni degli psicofarmaci nella pratica clinica.

  1. La prima e la seconda lezione riguardano la classe dei farmaci ansiolitici e sedativo-ipnotici. Saranno descritte le caratteristiche principali, le modalità d’azione in termini farmacodinamici e farmacocinetici, le caratteristiche neurofarmacologiche sulle strutture del SNC, le interazioni farmacologiche con altre sostanze, l’impiego nel trattamento dei disturbi psicopatologici, sottolineando benefici ed effetti collaterali del loro utilizzo clinico-terapeutico nel trattamento dei disturbi d’ansia e dei disturbi del sonno.
  2. La terza lezione riguarda la classe dei farmaci antidepressivi. Saranno delineate le principali modalità d’azione, gli aspetti farmacodinamici e farmacocinetici, gli effetti collaterali e l’impiego clinico nel trattamento dei disturbi depressivi.
  3. La quarta lezione riguarda la classe dei farmaci antipsicotici. Saranno descritte le caratteristiche farmacocinetiche, farmacodinamiche e neurofisiologiche, con particolare attenzione agli effetti collaterali. Saranno approfonditi gli aspetti di farmacologia clinica nell’uso di questi farmaci nel trattamento dei disturbi psicotici, in particolare, nella schizofrenia.
  4. La quinta lezione approfondisce le caratteristiche farmacologiche, farmacocinetiche e farmacodinamiche di alcune sostanze, quali il litio e gli stabilizzanti dell’umore. Queste sostanze sono ampiamente utilizzate nel trattamento dei disturbi dell’umore, in particolare nel disturbo bipolare.

MODULO 3

Introduce argomenti legati specificatamente alla pratica clinica e professionale. Il modulo si focalizza principalmente sugli aspetti pratici che guidano lo psicologo nella gestione delle dinamiche relazionali, di intervento e supporto. In questa parte del corso ci si soffermerà sull’importanza che riveste la costruzione di un dialogo con le altre figure professionali che si occupano di salute mentale. Il fine è fornire strumenti per promuovere un approccio integrato e multidimensionale, il più efficace possibile nella presa in carico e nel trattamento dei pazienti con disturbi psicologici.

  1. La prima lezione si sofferma sul rapporto che intercorre tra approccio medico-farmacologico e approccio psicoterapeutico. Da una prospettiva storica si passerà ad una prospettiva pratica: nella clinica dei disturbi mentali, infatti, una corretta presa in carico del paziente deve necessariamente basarsi su un dialogo aperto tra questi due approcci.
  2. La seconda lezione si concentra sull’assessment, nel quale il clinico opera la raccolta e l’integrazione dei dati ai fini di una valutazione o indicazione di intervento, come momento cruciale dell’intervento psicologico.
    Durante l’assessment, infatti, il professionista deve mostrare una capacità valutativa flessibile e di ampio spettro. Lo psicologo deve analizzare e valutare tutte le variabili che possono co-occorrere nell’influenzare l’assetto psicologico dell’individuo. Tali variabili riguardano non solo la sfera cognitivo-comportamentale, emotivo-motivazionale e contestuale ma anche, e soprattutto, la sfera legata alle variabili psicofisiologiche e agli aspetti farmacologici.
  3. La terza lezione prevede una più attenta analisi della relazione terapeutica.
    Un intervento clinico efficace si basa sullo sviluppo e la costruzione di una buona alleanza nella relazione col paziente. Tale aspetto si rivela indispensabile per un esito terapeutico favorevole; di fatto, la relazione psicologo-paziente fondata su una buona alleanza terapeutica può apportare notevoli benefici anche per ciò che concerne l’assunzione dei farmaci, migliorando l’aderenza al trattamento da parte del paziente.

Il corso ha una durata complessiva di 20 ore di formazione che comprendono lo studio dei materiali e lo svolgimento delle prove di verifica intermedie e finale.

 

Destinatari

Il corso è rivolto agli studenti di psicologia, agli psicologi in formazione, ai clinici liberi professionisti che lavorano in ambito sanitario, servizi psichiatrici, servizi di salute mentale.

Attestato e benefit

A conclusione del percorso formativo verrà rilasciato al partecipante un attestato di formazione.

L’attestato rilasciato è certificato UNI EN ISO 9001:2015 da CertIND ITALIA (n. 18923 C)

Procedura di iscrizione

Per iscriversi al corso basta semplicemente cliccare sul pulsante verde a destra “Calcola il prezzo” per verificare eventuali promozioni in corso e seguire la procedura guidata di registrazione e pagamento.

E’ possibile pagare sia tramite Carta di Credito/Paypal (senza costi aggiuntivi) oppure Bonifico Bancario (in caso di pagamento con Bonifico Bancario il corso sarà disponibile solo dopo avvenuto accredito presso la nostra Banca, in genere dai 3/5 giorni lavorativi).

Se si ha un Coupon sconto consigliamo di procedere come indicato sopra per l’iscrizione, una volta arrivati sulla pagina che mostra prezzo finale, occorre inserire il codice coupon qui verifica coupone cliccare su “Verifica”. Successivamente, avviata la procedura di iscrizione, è necessario inserire nuovamente il coupon qui e cliccare su “Applica”, così il coupon sarà calcolato nel prezzo finale.

Modalità di accesso e utilizzo

Il corso online è fruibile sulla nostra piattaforma attraverso tutti i dispositivi: smartphone, tablet e pc collegati ad internet. L’accesso è sempre disponibile (24/24)  e con durata illimitata.
Per accedere al corso, una volta acquistato (vedi modalità di iscrizione) basta cliccare sulla scritta in alto del sito “Area utente”

 

 

ed entrare nel proprio account (usando le credenziali di registrazione) dove è disponibile l’accesso al corso online scelto

 

 

Domande più frequenti

DOMANDE GENERALI

1 – A CHI SONO RIVOLTI I CORSI?

Sul sito è possibile iscriversi a molteplici corsi, alcuni sono accessibili a diverse categorie, professionali e non, altri sono riservati a specifiche categorie professionali. In quest’ultimo caso i destinatari sono specificati nella presentazione di ciascun corso.

2 – PERCHE’ NON POSSO ISCRIVERMI A TUTTI I CORSI?

Alcuni dei corsi disponibili sono riservati a determinate categorie professionali, come psicologi o medici; il limite è dovuto alla legge, ma anche alla serietà dell’azienda che offre seriamente e in trasparenza la giusta formazione a chi può giovarne. Partecipare ad un corso di formazione riservato ad una categoria professionale specifica, senza farne parte, non apporterebbe alcuna crescita personale né professionale, non ti sarebbe utile in alcun modo.

DOMANDE SUI DOCUMENTI DI SPESA

3 – POSSO SCARICARE L’IVA?

Al momento dell’iscrizione potrai conoscere il costo del corso e se questo è comprensivo di IVA oppure ne è esente. L’IVA è una tassa scaricabile in relazione alla propria posizione fiscale, quindi dovrai rivolgerti ad un tuo consulente per capire se puoi recuperare questa spesa. Ad ogni modo, avrai sempre la fattura che documenta la spesa sostenuta e, sempre in relazione alla tua posizione fiscale, potrai scaricarla come spesa per la formazione e l’aggiornamento.

4 – QUANDO RICEVERO’ LA FATTURA O LA RICEVUTA FISCALE?

L’ufficio amministrativo di IGEA emette le fatture e le ricevute fiscali entro il mese solare in cui hai effettuato il pagamento. Troverai la tua fattura/ricevuta fiscale nella tua AREA UTENTE, a cui potrai accedere in qualunque momento utilizzando i dati di accesso registrati quando ti sei iscritto (mail e password).

Continua a leggere tutte le risposte alle altre domande cliccando qui.

Richiedi informazioni

Campi richiesti