Corsi di formazione

CORSO ONLINE: Il trauma e i suoi disturbi – fattori di rischio e fattori di protezione

Obiettivi

Il corso si sofferma principalmente sul concetto di trauma definendolo approfonditamente e passando in rassegna tutti i disturbi ad esso correlati secondo il DSM-5. Verrà fatta luce sullo stile di attaccamento come fattore di rischio o di protezione e verranno spiegati specificatamente tutti i fattori che, in seguito ad un trauma, concorrono o meno allo sviluppo di una psicopatologia. Il quarto modulo sarà dedicato interamente al trattamento dei disturbi post-traumatici.

Al termine del corso verranno consigliati una serie di libri sul trauma da utilizzare come integrazione e molto utili per qualsiasi applicazione nel campo della psicologia dell’emergenza.

Il corso ha l’obiettivo generale di fornire una conoscenza completa e approfondita sul tema del trauma e mira a fornire delle risposte specifiche sul perché, a parità di eventi traumatici, un individuo sviluppa un disturbo post traumatico e un altro no.

Nello specifico, il corso intende fornire:

  • Conoscenza approfondita sul trauma e sui disturbi ad esso correlati;
  • Capacità di discriminare un PTSD da un altro diturbo;
  • Conoscenza specifica su tutti i fattori che aumentano e che mediano il rischio di sviluppare una psicopatologia;
  • Conoscenza dei più efficaci metodi di trattamento ad oggi disponibili.

Programma

Il corso ha una durata complessiva di 24 ore di formazione articolate in:

  • Videolezioni: 2 ore e  50 minuti
  • Questionari di apprendimento: 1 ora e 10 minuti
  • Sviluppo dello studio personale: 20 ore

Nella prima lezione si daranno definizioni specifiche del concetto di trauma insieme alla sua storia e verranno spiegate le varie differenze tra un trauma maiuscolo e uno minuscolo per poi passare.

Nella seconda lezione, alla distinzione tra traumi collettivi e traumi individuali e ai fattori di sviluppo e di mantenimento del trauma.

Per chiudere il primo modulo, un’intera lezione, verrà dedicata allo stile di attaccamento come fattore di rischio o di protezione per lo sviluppo di una futura psicopatologia e, in particolar modo, ci si soffermerà sull’attaccamento disorganizzato.

Il secondo modulo, composto da tre lezioni, avrà come oggetto la classificazione e spiegazione approfondita dei disturbi correlati al trauma secondo il DSM-5.

Il terzo modulo sarà dedicato, invece, in modo dettagliato, ai fattori di rischio e di protezione e verranno esposti dei casi cilici.

Il corso terminerà con il quarto modulo, composto da una lezione divisa in due parti, in cui verranno esposti i vari metodi di intervento per il trattamento dei disturbi post-traumatici

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO

 

MODULO 1: IL CONCETTO DI TRAUMA

Nel primo modulo, comprendente tre lezioni, verranno date specifiche definizioni del concetto di trauma e verrà raccontata la storia della psicotraumatologia dalla sua comparsa fino ai giorni nostri. Verranno, poi, presi in considerazione quelli che sono i numerosi fattori scatenanti e di mantenimento dei disturbi post-traumatici e ci si concentrerà sull’importantissimo legame tra trauma e stile di attaccamento, in modo particolare sull’attaccamento disorganizzato come principale fattore di rischio per lo sviluppo di un disturbo post-traumatico.

LEZIONE 1: definizione di trauma e cenni storici

Nella prima lezione si parlerà della storia della psicotraumatologia, in modo particolare di come essa si sia sviluppata e mantenuta fino ad oggi passando in rassegna i principali autori che se ne sono occupati. Verranno poi date specifiche definizioni di trauma, specificando i criteri definiti dai DSM-IV e V e dai vari autori. Infine, verrà proposta una fondamentale distinzione tra small trauma e big trauma.

LEZIONE 2: fattori implicati nello sviluppo e nel mantenimento dei disturbi conseguenti al trauma

Nella seconda lezione, dopo aver chiarito la differenza tra traumi individuali e traumi collettivi, verranno spiegati i possibili fattori scatenanti e di mantenimento di un disturbo post-traumatico. In questa sede verrà anticipato il concetto di attaccamento disorganizzato come principale fattore di rischio e di mantenimento ed esposta la nota teoria dei sistemi motivazionali accennando al concetto di cervello trino (rettiliano, limbico, neocorticale).

LEZIONE 3: trauma e attaccamento

Nella terza lezione verrà descritto, in modo specifico ed accurato, il concetto di attaccamento disorganizzato ed esposte le dinamiche ad esso connesse. Verrà proposta qui un’importante connessione tra questo particolare stile di attaccamento e lo sviluppo di un disturbo in seguito ad un trauma, o meglio, in seguito a sviluppi traumatici.

MODULO 2: RISPOSTE PSICOPATOLOGICHE: I DISTURBI CORRELATI AL TRAUMA

Nel secondo modulo, comprendente tre lezioni, verranno passati in rassegna tutti i disturbi collegati alle esperienze traumatiche. Basandoci sulla classificazione del DSM-V, si parlerà dei disturbi conseguenti al trauma o a eventi stressanti, dei disturbi dissociativi e, infine, verrà esposto anche il disturbo post-traumatico da stress in età evolutiva.

LEZIONE 1: i disturbi correlati al trauma o a eventi stressanti

Nella prima lezione del secondo modulo ci si concentrerà su quelli che sono i disturbi conseguenti al trauma o a eventi stressanti. Verranno, quindi, definiti il Disturbo Reattivo dell’Attaccamento, il Disturbo da Impegno Sociale Disinibito, il Disturbo da Stress Post-Traumatico, il Disturbo da Stress Acuto e il Disturbo dell’Adattamento.

LEZIONE 2: i disturbi dissociativi e quelli non specifici

Nella seconda lezione del secondo modulo, verrà data una definizione di Disturbi Dissociativi passando poi in rassegna tutti quelli che rientrano in tale categoria: il Disturbo Dissociativo dell’Identità, l’Amnesia Dissociativa, il Disturbo di Depersonalizzazione/Derealizzazione, il Disturbo Dissociativo con altra Specificazione e il Disturbo Dissociativo Senza Altra Specificazione. Infine, verranno presi in considerazione altri disturbi potenzialmente connessi ad uno o più eventi traumatici (disturbi sessuali, Disturbi dell’alimentazione, Disturbi di Personalità, Disturbi Somatoformi, Disturbi d’ansia, Episodio Depressivo Maggiore). Si farà un accenno anche a quelle che sono considerate le categorie diagnostiche non ufficiali.

LEZIONE 3: il disturbo post-traumatico da stress in eta’ evolutiva

In questa lezione, prima di definire dettagliatamente il Disturbo Post-Traumatico da Stress in età evolutiva, si parlerà dell’impatto del trauma sul cervello in via di sviluppo. In seguito, ci si concentrerà su tutte le caratteristiche del PTSD evolutivo differenziando la varia espressione e natura di esso nelle varie fasce d’età (età prescolare, scolare e adolescenziale).

MODULO 3: FATTORI DI RISCHIO E FATTORI DI PROTEZIONE PER LO SVILUPPO DI UN DISTURBO POST-TRAUMATICO

Nel terzo modulo, comprendente due lezioni, ci si concentrerà su quelli che sono i fattori di rischio e di protezione per lo sviluppo di un disturbo in seguito ad uno o più eventi traumatici. Si risponderà, quindi, al perché, a parità di eventi stressanti e/o traumatici, non tutti evolvono allo stesso modo sviluppando un disturbo. I fattori di rischio e di protezione verranno dettagliatamente esposti seguendo un interessante recente studio di Di Blasio. Verranno, inoltre, esposti due casi clinici di figli di tossicodipendenti proprio per mostrare il ruolo che hanno questi fattori nell’esordio o meno di un quadro patologico.

LEZIONE 1: fattori di rischio distali, fattori di rischio prossimali e fattori prossimali protettivi

Nella prima lezione del terzo modulo, verranno descritti, dettagliatamente, i fattori distali, ossia quei fattori che indirettamente possono rappresentare un rischio per lo sviluppo di un disturbo post-traumatico e i fattori prossimali, che verranno a loro volta distinti in fattori prossimali di amplificazione del rischio e fattori prossimali di riduzione del rischio.

LEZIONE 2: crescere con genitori tossicodipendenti: fattori di rischio e fattori che mediano il rischio

In questa lezione verranno esposti i casi di due bambini, figli di genitori tossicodipendenti con una storia simile ma con differenti fattori distali e prossimali che hanno permesso una diversa evoluzione. Si vedrà, quindi, in che modo determinati fattori proteggono o espongono alla patologia.

MODULO 4: IL TRATTAMENTO DEI DISTURBI TRAUMATICI

In questo modulo, comprendente una lezione divisa in due parti (1-A e 1-B), tratteremo quelli che sono i principali metodi di intervento e trattamento non farmacologici dei disturbi post-traumatici.

LEZIONI 1 A-B: metodi di trattamento

Nella prima parte della prima lezione ci focalizzeremo, principalmente, sulla terapia EMDR, quale approccio attualmente più diffuso e utilizzato nell’ambito della psicotraumatologia, e sulla Terapia Cognitivo-comportamentale Standard. Andando avanti con la lezione, si parlerà di ulteriori approcci terapeutici per il trattamento dei disturbi post-traumatici, quali gli interventi centrati sulla Mindfulness, la Dialectical Behavior Therapy, la Terapia a più fasi, la Schema Therapy, la Terapia Metacognitiva Interpersonale e la Terapia Senso-Motoria.

 

ANTEPRIMA VIDEO GRATUITA

Destinatari

Il corso è rivolto a tutti gli operatori che operano nell’ambito della salute mentale e, più in generale, in quello sanitario.

E’ rivolto anche a chi opera in campo scolastico, pedagogico o in qualsiasi altro ambito e abbia voglia di avere conoscenze e competenza in questo campo.

Attestato e benefit

A conclusione del percorso formativo verrà rilasciato al partecipante un attestato di formazione.

L’attestato rilasciato è certificato UNI EN ISO 9001:2015 da CertIND ITALIA (n. 18923 C)

Procedura di iscrizione

Per iscriversi al corso basta semplicemente cliccare sul pulsante verde a destra “Calcola il prezzo” per verificare eventuali promozioni in corso e seguire la procedura guidata di registrazione e pagamento.

E’ possibile pagare sia tramite Carta di Credito/Paypal (senza costi aggiuntivi) oppure Bonifico Bancario (in caso di pagamento con Bonifico Bancario il corso sarà disponibile solo dopo avvenuto accredito presso la nostra Banca, in genere dai 3/5 giorni lavorativi).

Se si ha un Coupon sconto consigliamo di procedere come indicato sopra per l’iscrizione, una volta arrivati sulla pagina che mostra prezzo finale, occorre inserire il codice coupon qui verifica coupone cliccare su “Verifica”. Successivamente, avviata la procedura di iscrizione, è necessario inserire nuovamente il coupon qui e cliccare su “Applica”, così il coupon sarà calcolato nel prezzo finale.

Modalità di accesso e utilizzo

Il corso online è fruibile sulla nostra piattaforma attraverso tutti i dispositivi: smartphone, tablet e pc collegati ad internet. L’accesso è sempre disponibile (24/24)  e con durata illimitata.
Per accedere al corso, una volta acquistato (vedi modalità di iscrizione) basta cliccare sulla scritta in alto del sito “Area utente”

 

 

ed entrare nel proprio account (usando le credenziali di registrazione) dove è disponibile l’accesso al corso online scelto

 

Il corso è organizzato in video-lezioni alle quali seguono dei test di verifica per migliorarne l’apprendimento.

Richiedi informazioni

Campi richiesti